Veduta della Grande Moschea di Abu Dhabi

Visitare gli Emirati Arabi

 

Visitare gli Emirati Arabi

In origine “Stati della Tregua” dal 1972 con l’adesione del settimo emirato, di Ras-Al-Khaymah gli Emirati Arabi Uniti acquisiscono la loro attuale struttura, pur mantenendo ognuno la propria autonomia.

Vediamo in breve ciò che potremmo visitare e scoprire ….

 

Abu Dhabi 

  Louvre Abu Dhabi Museum

Dal 2017, anno dell’apertura del Louvre Abu Dhabi, la città di Abu Dhabi è divenuta centro di connessione tra la cultura orientale e occidentale.

L’architetto Jean Nouvel traendo ispirazione dalle forme tipiche dell’arte araba ha creato una struttura architettonica unica che con la cupola del museo con le sue 7850 stelle geometriche racchiude con grazia le sale museali.

Frutto di una collaborazione culturale nata nel 2007 tra gli Emirati e la Francia il museo è partner del Louvre Parigi e di altri 12 musei francesi e ospita periodicamente collezioni di opere e mostre permanenti.

Le 12 gallerie ospitano in ordine temporale circa 600 capolavori tra sculture, pitture e manufatti.

La struttura inoltre ospita anche la famosa iconica brasserie Fouquet’s in collaborazione con lo chef stellato Pierre Gagnaire

È consigliabile prenotare ed acquistare i biglietti in anticipo. Il costo è di circa €15 per persona.

Il museo si trova sull’isola di Saadiyat a circa 8 km dal centro città.

Abu Dhabi però offre anche altro ancora…

La Grande Moschea dello Sceicco Zayed, una delle più grandi moschee ed inserita recentemente nella lista dei 25 luoghi più visitati al mondo. L’idea dello sceicco Zayed è stata quella di riunire gli stili architettonici di diverse civiltà musulmane per celebrare la diversità artistica e culturale.

La moschea è frutto di una commistione tra lo stile moghul quello persiano e l’arte moresca e per la sua realizzazione hanno collaborato architetti, designer e artigiani provenienti da differenti paesi.

Yas Island

Si può considerare l’isola del divertimento di Abu Dhabi

Per gli amanti della Formula 1, lo Yas Circuit ospita il Gran Premio di Abu Dhabi una delle gare del mondiale. È possibile assistere alle gare dall’Hotel W che si affaccia sul circuito oppure noleggiare una delle splendide imbarcazioni ormeggiate nel porto della marina.

Il Ferrari World Abu Dhabi, il parco a tema interamente dedicato alla casa di Maranello, il parco acquatico Yas Waterworld che ha da poco ha presentato la prima esperienza subacquea virtuale, il Clymb Abu Dhabi con il suo muro di arrampicata indoor più alto al mondo ed il Warner Bros World il parco indoor più grande al mondo.

Gli amanti del golf invece hanno a disposizione lo Yas Links Abu Dhabi eletto il miglior campo del Medio Oriente,

Rilassarsi ad Abu Dhabi

Per chi ama il mare e vuole dedicare tempo al relax in spiaggia Abu Dhabi offre diverse spiagge:

La Corniche, lunga 8 km offre una incredibile passeggiata con ristoranti, spiagge e aree giochi

Yas Beach, è la spiaggia dell’isola di Yas che ospita un beach club di tendenza

Saadiyat Beach una delle località balneari più famose degli Emirati. È sede di varie attività, dallo yoga al windsurf alla vela. Viene costantemente tenuta sotto controlla dalle autorità in quanto ricca di fauna selvaggia ma soprattutto sede per la nidificazione delle tartarughe Hawksbill.

Zaya Nurai Island se volete concedervi una vacanza di lusso il resort esclusivo dell’isola è l’ideale.

 

Dubai hotel Burj al ArabDubai

 Ormai tutto è stato fotografato, scritto e descritto di questo emirato. Da piccolo villaggio di pescatori

ad una delle città più cosmopolite al mondo con una popolazione di ben 200 nazionalità diverse.

Oltre a visitare Deira, il quartiere più antico della città con i suoi suk, a passeggiare a Marina e a Jumeirah Beach,  ai limiti della città si possono effettuare delle escursioni interessanti.

Hatta

Situata a circa 1 ora di distanza da Dubai in prossimità della catena montuosa degli Al-Hajar.

E ‘la meta ideale per chi vuole ama sport, avventura e aria aperta.

Percorsi di mountain bike, climbing, escursioni in kayak ma anche relax sotto le stelle del deserto a portata di tutte le tasche: camping, glamping e lodge.

Al Marmoum Desert Conservation Centre

La riserva naturale si trova a circa 56 km dalla città.

È la più vasta area protetta dell’emirato e ospita molteplici specie di animali tra mammiferi, uccelli e rettili.

La visita alla riserva consente anche alcune attività tra le quali anche la possibilità di surf sulle dune.

È possibile anche dormire una notte in un campo tendato.

L’ingresso alla riserva va comunque prenotato tramite escursioni e pacchetti prenotabili solo da agenzie autorizzate.

Um al Quwain aereo  cargo abbandonatoUmm al-Quwain

Il più piccolo dei sette stati ed anche il meno abitato La città costiera di Umm al-Qaywayn e l’oasi interna di Falaj Al Mualla compongono questo piccolo emiro.

Sicuramente da visitare il vecchio porto che si trova nel centro storico e ospita ancora botteghe di artigiani intenti a lavorare i dohw, le barche tradizionali.

L’Umm al-Quwain Fort ospitava originariamente il sovrano e controllava l’ingresso della città. Ora è sede di un museo che ospita una collezione di armi e manufatti provenienti da alcuni siti della zona.

In una delle piste in disuso dell’aeroporto di Umm al Quwain a circa 12 km dal centro “riposa” un enorme

Aereo-cargo russo IL76 abbandonato lì dal 1970. Ora è diventato un grande pannello pubblicitario per uno dei resort che si trovano a Umm al Quwain

Per chi ama invece i parchi acquatici, Dreamland Acqua Park. E ‘il più grande parco acquatico della regione con una superficie di 250.000 metri quadrati con oltre 25 attrazioni. Al suo interno è possibile anche pernottare

Ras al khaimah panorama del desertoRas al-Khaimah

Si estende in 2500 chilometri quadrati e circa 110 km da Dubai. Recentemente molti turisti tra i quali anche chi vive a Dubai lo predilige per il fine settimana. Le sue coste sabbiose, il suo paesaggio naturale, le sue aree desertiche e incontaminate, infatti, sono preferite per chi ama la tranquillità e vuole rilassarsi.

Lungo la sua costa infatti sono sorti numerosi hotel e resort per ogni tipo di budget.

L’entroterra di questo emirato offre anche la possibilità di effettuare interessanti escursioni:

Dahyan Fort domina l’omonima collina, costruito nel 1800 è l’unico forte ancora esistente negli Emirati e dalle sue terrazze di gode una bellissima vista sull’oasi di palme e sul mare         

Jebel Jais   è parte della catena montuosa del Dijar ed è sicuramente la montagna più alta degli Emirati Arabi Uniti )1934m). Particolarmente raccomandata per gli amanti di mountain bike, arrampicata ed escursionismo.
Ospita la zip line più lunga del mondo: la Jebel Jais Flight che parte da un’altitudine di 1680m.con una velocità tra i 120 ed i 150 chilometri orari attraverso un panorama mozzafiato.

Sharjah moschea al Noor di notteSharjah

A soli 27 chilometri da Dubai l’emirato di Sharjah è considerato il polo culturale dello stato. La sua città omonima è stata eletta capitale della cultura islamica nel 2014 e nominata dall’Unesco capitale mondiale del libro nel 2019.

Ospita molti siti religiosi, culturali e musei come il Museo dell’Arte Islamica dove si possono ammirare manufatti e opere d’arte, lo Sharjah Heritage Museum con i suoi reperti archeologici.

Sicuramente interessanti sono le sue moschee ed in particolare la Moschea Al Noor è un bellissimo esempio di architettura islamica.

Il Lungomare Al Majaz è il centro focale di quasi tutte le attrattive della città: hotel, parchi a tema come Adventureland e il Montazah Amusement and Water Park

 

FujairahFujairah moschea dello sceicco Zayed

Unico emirato la cui costa si affaccia sul Golf dell’Oman. La Fujairah Marina offre un buon numero di hotel e resort

Seconda a quella di Abu Dhabi per grandezza la Moschea dello Sceicco Zayed è uno dei principali monumenti della città.

 Da segnalare però come escursioni di interesse storico e paesaggistico sono:

il Fujairah Fort risalente al 1500 d.c. che consiste di tre torri circolari e una quarta torre quadrata.

Ha subito vari restauri nel corso degli anni a causa di alcuni crolli dovuti al materiale originali utilizzati per costruirlo (pietra, ghiaia, fango e paglia)

L’Al-Hayl Castle, castello costruito nel 1830 come residenza della famiglia regnante di Fujairah, è situato ai piedi dei monti Hajar. Dalla sua torre si gode una vista a 360° sui monti e sulla vallata di palme da dattero

A 42 km a nord si può accedere al Wadi Al Wurayah, area protetta dal WWF per la flora e la fauna mentre a circa 10 km a ovest si trova il Wadi Ham il più lungo canyon degli Emirati. Scorre per 30 km fino alla diga omonima.

Meta per lo snorkeling e per le immersioni è Snoopy Island.

Si trova 50 km a nord di Fujairah e prende il nome dalla sua forma che assomiglia al famoso bracchetto dei fumetti di Shultz.

L’isola si trova proprio di fronte al Sandy Beach Resort ed è circondata da un bellissimo reef.

Il resort dispone di un dive center che organizza le attività fornendo le attrezzature sia per lo snorkeling che per le immersioni (in questo caso è richiesta certificazione Padi).

Ajman

Situato in confina all’emirato di Sharjah e quindi contiguo a quelle di Dubai ne forma un’unica aera urbana

Si staglia in un’aerea di 260 km quadrati ed è il più piccolo emirato.

E’ sede di 15% di tutte le aziende manifatturiere degli Emirati.

Su un tratto di 2 km di costa si affacciamo la maggior parte degli hotel della città.


Stampa