statua di legno durante il festival burning man

Burning Man: arte e comunità nel deserto del Nevada

Burning Man: uno degli eventi di cultura e arte contemporanea più grandi al mondo. 

 

San Francisco ,1986 nella sera del 22 giugno a Baker Beach Larry Harvey e Jerry James costruiscono una goffa figura di legno alta 2 metri e la incendiano per festeggiare il solstizio. Il falò attira circa 20 persone…è il primo Burning Man.

Negli anni successivi l'altezza delle statue di legno ed il numero dei partecipanti all'evento crescono così tanto che nel 1990 la statua esposta a Baker Beach alla presenza di 800 persone è alta 12 metri e la polizia ne vieta l'accensione.
Larry Harvey ed un gruppo di artisti anarchici bohemien fondano la Cacophinist Society, una sorta di associazione di "spiriti liberi" moderatamente anarchica dove tutti condividono la sfera dell'espressione personale che va dall'arte alla cultura, alle performance artistiche.

Nel 1991 viene scelto il Black Rock Desert in Nevada e ha luogo il primo grande Burning Man Festival.
Negli anni successivi, Burning Man diventa un fenomeno. Prima migliaia, poi decine di migliaia di persone cominciano a partecipare all'evento e ad attirare i media.

Un primo documentario viene filmato nel 1994, ma è dal 1995 che la CNN inizia a seguire l'evento ogni anno.
Trattato inizialmente come raduno hippy o radicale ormai Burning Man è uno dei più grandi eventi di esibizione di arte al mondo ed è diventata un'organizzazione no -profit per supportare artisti ed estendere l'arte alla cultura nel mondo.

Chi intende partecipare deve creare una propria installazione, una performance o un "mutant vehicle" cioè un veicolo motorizzato trasformato in opere d'arte.
La filosofia del festival è che il Burning Man sei tu e quindi sei tu il protagonista.


Una delle regole fondamentali del Festival è che una volta finito tutto deve tornare come era e quindi nulla deve essere lasciato nel deserto.
Nei mesi precedenti il Festival nel deserto viene in pratica "creata “una città: BlacK Rock City, una vera metropoli temporanea che offre infrastrutture essenziali e servizi comunitari, tra cui urbanistica, emergenza, sicurezza e infrastrutture sanitarie, per mantenerla in funzione. Fondamentale per gli organizzatori è il rispetto per l'ambiente e pertanto l'organizzazione fornisce delle linee guida per organizzare la raccolta, il riciclo e lo smaltimento dei rifiuti. Le regole delle "6 R's": Rispetta – Ripensa – Riduci – Riusa – Ricicla – Ripristina è fondamentale.

Partecipare al Festival non è facile. Ottenere i biglietti è molto difficile perché si esauriscono rapidamente, bisogna memorizzare la data di inizio la vendita on-line ed essere fortunati. La vendita solitamente inizia con due date a gennaio la prima per una registrazione e la seconda per la prevendita. Il costo varia tra i 400 e gli 800 dollari.
Per quanto riguarda l'alloggio non esistono hotel o motel. Partecipare a Burnign Man significa campeggiare all'aperto o in uno delle aeree campeggio.

Attenzione però, le principali compagnie di noleggio auto e camper avvertono i clienti che i veicoli non vengono coperti dalle polizze assicurative in caso di transito o permanenza nel Black Rock Desert.
Per otto giorni si organizzano esibizioni, mostre d’arte, giochi e performance. Il Festival si conclude il sabato precedente la festa del Labor Day (festa nazionale che si celebra il primo lunedì di settembre) con il rogo finale.


Quest'anno a causa della pandemia Covid19 l'evento nel Black Rock Desert non ha avuto luogo. Non erano presenti le 80,000 persone della scorsa edizione, ma un piccolo gruppo di"veterani" del Burning Man “si sono riunite a Fly Ranch ne deserto della California per erigere una figura di legno alte 20 metri che è stata bruciata per ripetere il rituale e il tutto è stato trasmesso in streaming con il motto: “we will Always Burn the Man".

L'organizzazione sta già lavorando per il prossimo Burning Man 2022 con la certezza che si tratti di un sogno di espressione artistica, un desiderio di connettersi con gli altri in una società fratturata, o semplicemente il desiderio di vivere una vita più significativa e autentica: Burning Man è il luogo in cui i sogni possono diventare realtà.

 

 

Paola De Luca


Stampa